Ricominciamo

Questi mesi di assenza dal blog sono stati molto intensi.

Ho preso decisioni importanti, dato una svolta a diversi aspetti pratici della mia vita, tagliato tanti rami; ho ricevuto delusioni, anche, ma inaspettatamente da queste ne sono uscite anche cose buone. Per certi versi infatti adesso sono stanchissima ma più serena. Meno frustrata.

Ho iniziato anche una psicoterapia, non so dire se mi sento meglio ma la vedo come una grande opportunità per dare spazio a una parte di me che ho tenuto repressa per tanto tempo.

Ho riscritto il catalogo delle mie priorità, e finalmente sorrido, rileggendolo nella mia testa: sento che è quello giusto, che mi rispecchia, che mi fa bene.

La seconda vita che mi è stata concessa continua, a tratti col fiato sospeso perché l’ansia per i controlli del mese prossimo cominciano a farsi sentire. Sono un po’ ammaccata, ma sto recuperando le forze per essere pronta a spiccare il salto.

Annunci

7 thoughts on “Ricominciamo

  1. la tua lunga assenza ci premia con queste belle notizie, il percorso è stato travagliato, ma sembra si stia vedendo un po’ di luce e le scelteche hai fatto ti daranno tanti frutti in futuro…

  2. Quell’ansia che ci piglia è un bene che la si riconosca per poterla domare, per l’ultimo controllo a me ha lavorato sottobanco, mannaggia!
    e comunque questo bilancio mi sembra molto positivo, ottimo 🙂

    • Uh, Wide, ti ho pensata mentre leggevo! Allora, ho iniziato l’anno con Asa Larsson (Sacrificio a Moloch), avevo già letto gli altri della stessa autrice e anche questo mi è piaciuto molto.
      Poi C. Dunne (Quel che ora sappiamo) che no, non mi è piacituo, nonostante fossi una sua fan, l’ho trovata una storia banale e tirata troppo per le lunghe. Ho scoperto la Munro (Amico, nemico, amante), che mi piace abbastanza. Sono andata sul liscio con un paio di libri di evasione, quelli da leggere in metropolitana tanto per intenderci (Holt: Il ricatto, e uno di Elizabeth Georgem di cui non ricordo il titolo); mi sono letta il primo di Costantini (Tu sei il male), che ha fatto tanto successo: non male ma non tra i miei preferiti.
      Quello che invece mi è piaciuto più di tutti, fino ad ora, è Antonio Manzini, “Pista Nera”, che ti consiglio vivamente. Un bello spaccato della società italiana e un nuovo personaggio (il vicequestore Schiavone) molto umano e ben delineato.
      Ora sto leggendo “Vita di Pi”, ma sono solo all’inizio e non mi sbilancio.
      E tu??? Attendo aggiornamenti!
      🙂

      • Vita di Pi mi piacque moltissimo (ma ero incinta della mia prima, in un particolare stato di grazia) tu non sei su anobii? Se ti scrivo qui i titoli ci metto una vita…:( (ora sto leggendo siddharta di h.hesse, mi sembra un po ‘ ridicolo, ma forse sono solo troppo vecchia ;)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...